news

HOME > NEWS

934
25/11/2015   3  Dal Gruppo   2  Tutte le news  

Parlare ai bambini di terrorismo

01/01/2012 (FACOLTATIVA)

Non esistono indicazioni certe, incontrovertibili, che ci garantiscano che –nei momenti, come questi, in cui notizie tragiche ci travolgono tutti e possono destare traumi – i bambini possano essere preservati e abbiano strumenti per elaborare positivamente quanto i media ci scaricano addosso. Ma è almeno certo che una scelta sia sbagliata e da evitare: far finta di niente o parlare di nascosto, tra adulti, di quanto avvenuto.
I bambini avvertono l’insicurezza di tutti e temono che li riguardi da vicino, abbia a che fare con la loro vita quotidiana o minacci le persone a loro più vicine e care.

La prima avvertenza, specie con i bambini piccoli, della Scuola dell’infanzia o della Primaria, è di considerare che la paura è un fatto reale, si respira, e i nostri alunni vanno rassicurati: non c’è una guerra in atto, ma ci sono pochi uomini carichi di odio. Tutti gli altri uomini sono in grado, opponendo sentimenti positivi di solidarietà, di amicizia, di condivisione, di accoglienza, di disarmare la cattiveria. Un consiglio pratico è far disegnare ciò che sentono, ma star loro vicino e capire se ciò che raffigurano esprime quanto non sanno dire a parole.

C’è poi un versante in positivo, che viene immediatamente dopo la rassicurazione: probabilmente i nostri alunni hanno compagni o amici di religione islamica e non è infrequente che sentano giudizi generici su tale religione. Non ci è possibile approfondire concetti per loro astratti e lontani, per i quali servirebbero nozioni complesse; ma ci è possibile, anzi è doveroso, ricordare loro che i bambini sanno restare amici anche se tra loro ci sono differenze.
Non contiamo sul fatto che faccian finta di nulla: spesso è proprio la spia di un disagio che non sanno esprimere, ma cova e si autoalimenta. Il problema non è la paura, che è umana e comprensibile, ma che la paura generi intolleranza. Bambini paurosi rischiano di diventare adolescenti intolleranti.
Minimizzare o sviare non serve. Astrapi, giornalino per bambini francese, all'indomani delle stragi di Parigi ha pubblicato un'edizione speciale per spiegare con parole semplici ai lettori cosa fosse successo (www.astrapi.com). In una vignetta, un bambino preoccupato esclama: “Il terrorismo mi fa paura!”. 
E la madre ribatte: “Ma la libertà fa ancora più paura ai terroristi!”.



Redazione Primaria - Editrice La Scuola


DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO ESPRIMI IL TUO PARERE

MI INTERESSA
NON MI INTERESSA
VORREI APPROFONDIRE

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Se sei già iscritto a questo blog Entra oppure Registrati inserendo i tuoi dati nel form che trovi in alto a destra di questa pagina.
Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione entro i limiti di buona educazione e netiquette in essere come regole del blog.


Scritto da Francesco S.
Grazie per questo contributo. Bisogna parlare ai bambini, senza sottovalutare le loro capacità. Gli adulti devono crescere in questo: ascoltarli, aiutarli a capire, sono segni di una presenza che educa.
25/11/2015





1

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.