news

HOME > NEWS

679
08/10/2014   3  Dal Gruppo   61  Saggistica   2  Tutte le news  

Editrice La Scuola alla Fiera del Libro di Francoforte

01/01/2012 (FACOLTATIVA)

Anche quest’anno  siamo stati presenti alla Fiera Internazionale del Libro di Francoforte dall'8 al 12 ottobre, presso lo stand collettivo AIE – ICE (Hall 5.1 – B 5) con la nostra più recente produzione di varia di cultura.

Fiera del Libro di Francoforte
Tra le novità da segnalare innanzitutto quelle della collana Orso Blu,  legate all’attualità e a titoli di carattere geopolitico - di respiro  internazionale - quali Ucraina. Insorgere per la democrazia di Simone Attilio Bellezza, Gerusalemme capitale dell’umanità libro-intervista di Nicola Scopelliti al patriarca di Gerusalemme Fouad TwalBibbia  e Corano a Lampedusa, volume curato da Arnoldo Mosca  Mondadori che segue la rotta dei migranti del Mare Nostrum sulle tracce dei testi sacri rinvenuti dopo i naufragi sulle coste della  “porta d'Europa”. E ancora un libro rivelatosi un caso editoriale, cioè  la nuova edizione di Benjamin Murmelstein Terezin, il ghetto modello di Eichmann con una lunga testimonianza del figlio Wolf. 
Nella stessa collana meritano rilievo anche il libro di Papa Francesco La mia scuola curato da Fulvio de Giorgi, con i testi più significativi del pontefice sull’educazione e la scuola, ma anche le opportunità e le responsabilità del tempo presente, oppure il volume del cardinale Gianfranco Ravasi  Di generazione in generazione, infine una sorta di libro-testamento di Pietro Barcellona curato da Giuseppe Mari: La sfida della modernità e Filosofia della famiglia di Giuseppe Riconda, un’opera che, indagata la costruzione dell’istituto familiare nella modernità, ne legge l’attuale crisi per motivi sociali e culturali.  

Alla Buchmesse sono state presentate anche le novità della saggistica filosofica, pedagogica e opere di carattere interdisciplinare come  La Chiesa e il problema della pena di Luciano Eusebi,  un’indagine sui concetti di punizione, colpa, redenzione, perdono, in una prospettiva che mette in dialogo diritto, religione e teologia.
Moltissime le novità di carattere filosofico. Oltre ad accurate edizioni di classici (da Platone a Popper) si va da Leggere Kant di Renato Pettoello, invito a una lettura critica e attiva del filosofo,  avvicinato attraverso le sue opere principali, senza negare la problematicità e la complessità del suo pensiero, alle pagine di Antropologia politica degli italiani di Salvatore Natoli, oppure al non ancora stampato e già opzionato Cento anni di filosofia di Dario Antiseri e Giovanni Reale. Altro titolo interessante: Non si può insegnare tutto di Luisa Muraro, curato da Riccardo Fanciullacci, ovvero pensieri e racconti di vita di una delle maggiori filosofe italiane e, sullo sfondo,  la storia del secondo Novecento insieme a tanti discorsi chiusi troppo in fretta, tra cui quello sul rapporto tra la ricerca femminile (e maschile) della libertà e della felicità e la possibilità di usare ancora la parola “Dio”.

Alcuni volumi presentano testi inediti di autori celebri: da Paul Ricoeur, Il paradosso dell’educatore a cura di Luigi Alici (su lavoro e parola, sessualità e matrimonio, formazione e università: tutta l'attualità pedagogica del filosofo francese)  a Khalil Gibran,  curato da uno più apprezzati gibranisti italiani, Francesco Medici, che ha raccolto pagine straordinarie sotto il titolo Il profeta e il bambino.
L’attenzione del catalogo di Editrice al dibattito sulle neuroscienze è invece testimoniata da almeno due saggi: il primo di  Pier Cesare Rivoltella La previsione. Neuroscienze, apprendimento, didattica, il secondo di Andrea Lavazza La filosofia della mente, che arriverà a Francoforte in bozza.
Infine i manuali più importanti  rivolti alle università: per la pedagogia  quello di Giuseppe Mari, Giuliano Minichiello, Carla Xodo Pedagogia generale; oppure per la sociologia  quello di Piepaolo Donati Sociologia relazionale.

Infine tutte le proposte che riguardano le “etiche”: da Etica del cinema di Dario Viganò a Etica delle nuove tecnologie di Adriano Fabris, sino al recentissimo Est-etica di Giuseppe Tognon, un saggio originale, che, davanti alle molte morali  astratte e alle troppe istruzioni per la felicità, spiega come il valore simbolico del fondamento dell’educare, della procreazione e della generatività ci consenta invece di restituire dignità al sentimento dell’esperienza e alla sensibilità: “est-etica dell’educare” che  è assenso al creato e alla vita e resiste a tutte le pretese di fissare una forma perfetta di umanità e un unico modello di educazione.
 






1

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati

Informativa sui Cookie*

A-Definizioni
La maggior parte dei siti utilizzano "cookie", vale a dire piccoli file di testo memorizzati sul dispositivo, che permettono di operare sul sito e di raccogliere informazioni riguardanti l'attività online.  Il testo all'interno di un cookie spesso prevede una stringa di numeri e lettere che identificano univocamente il computer dell'utente, ma possono anche contenere altre informazioni.
Per default quasi tutti i browser web sono impostati per accettare automaticamente i cookie.
L’articolo 5, paragrafo 3 della direttiva 2002/58/CE**, come modificato dalla direttiva 2009/136/CE, prevede l’esenzione dei cookie dall’obbligo del consenso informato se soddisfano uno dei criteri seguenti:
Criterio A: il cookie è utilizzato “al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica”.
Criterio B: il cookie è “strettamente necessari[o] al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio”.

I cookie sono spesso classificati in base alle loro caratteristiche:
1) “cookie di sessione” o “cookie persistenti”;
2) “cookie di terzi”.
Un “cookie di sessione” è un cookie che viene cancellato automaticamente alla chiusura del browser, mentre un “cookie persistente” è un cookie che rimane archiviato nell’apparecchiatura terminale dell’utente fino alla scadenza prestabilita (che può corrispondere a minuti, giorni o più anni nel futuro).
I siti La Scuola utilizzano cookies di terze parti legate al solo monitoraggio del traffico e cookie di sessione unicamente per i servizi erogati a docenti e studenti in relazione ai contenuti scolastici per consentire il riconoscimento degli accessi realmente autorizzati.
Per approfondimenti rimandiamo alla citata direttiva CE**.

B-Controlli del browser per bloccare o cancellare i cookie.
La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookie, ma permette di modificare le impostazioni del browser per bloccare i cookie. 
Se si accettano i cookie, è possibile eliminarli successivamente.  Le istruzioni per eliminare i cookie in altri browser sono disponibili in ogni informativa sulla privacy del browser.
Se si cancellano i cookie, le impostazioni e preferenze da questi controllati, comprese le preferenze pubblicitarie, verranno cancellate e potrebbe essere necessario ricrearle.
Alcuni nuovi browser hanno poi introdotto la funzionalità DNT. Molte di queste funzionalità, se attivate, inviano un segnale o una preferenza ai siti Web visitati indicando che non si vuole essere tracciati.

C-Controlli per la cancellazione dai messaggi pubblicitari.
Dato che i cookie possono essere utilizzati per diversi motivi, gli utenti che non vogliono ricevere messaggi pubblicitari mirati a livello comportamentale possono scegliere di accettare i cookie, ma di annullarne un particolare utilizzo. Le società pubblicitarie online hanno sviluppato linee guida e programmi per facilitare la protezione della privacy degli utenti, in cui sono incluse pagine Web che possono essere visitate per rifiutare esplicitamente la ricezione di annunci pubblicitari mirati da tutte le società partecipanti. Queste pagine includono:

  1. Assistenza Consumatori Digital Advertising Alliance (DAA): http://www.aboutads.info/choices/
  2. Pagina di cancellazione Network Advertising Initiative (NAI):http://www.networkadvertising.org/managing/opt_out.asp
  3. In Europa, è anche possibile visitare Your Online Choices: http://www.youronlinechoices.com/

D-Controlli di analisi terze parti.
Come descritto di seguito in dettaglio, molti siti Web e servizi online di e altre compagnie, utilizzano servizi di analisi terze parti con cookie e Web beacon per compilare statistiche aggregate relative all'efficacia delle campagne promozionali o ad altre operazioni del sito Web.  È possibile rifiutare la raccolta o l'utilizzo dei dati da parte dei provider di analisi facendo clic sui seguenti collegamenti:

  1. Omniture (Adobe): http://www.d1.sc.omtrdc.net/optout.html
  2. Nielsen: http://www.nielsen-online.com/corp.jsp?section=leg_prs&nav=1#Optoutchoices
  3. Coremetrics: http://www.coremetrics.com/company/privacy.php#optout
  4. Visible Measures: http://corp.visiblemeasures.com/viewer-settings
  5. Google Analytics: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout (richiede l'installazione di un componente aggiuntivo del browser).

______________________
* Provvedimento del Garante per la Privacy dell’8 maggio 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 dello scorso 3 giugno http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

**vedi: http://ec.europa.eu/justice/data-protection/article-29/documentation/opinion-recommendation/files/2012/wp194_it.pdf#h2-8).