news

HOME > NEWS

486
28/02/2014   9  Primaria   1  Primaria - BES   2  Tutte le news  

Una lingua per scoprirci comunità - 1

01/01/2012 (FACOLTATIVA)

imgCome ben espresso nella Guida per lo sviluppo e l’attuazione di curricoli per una educazione plurilingue [hubmiur], pubblicata dal Consiglio d’Europa nel 2011, l’educazione plurilingue e interculturale è da considerarsi come “il diritto di ogni individuo a una educazione di qualità” e in particolare di ciascun/a bambino/a e ragazzo/a all’interno della propria scuola.

Questa educazione si caratterizza per “l’acquisizione di competenze, conoscenze, disposizioni e atteggiamenti, per la varietà delle esperienze di apprendimento e attraverso la costruzione individuale e collettiva di identità culturali. Queste componenti contribuiscono al successo degli studenti che la scuola accoglie e a garantire loro pari opportunità, favoriscono l’inclusione e la coesione sociale, formano alla cittadinanza democratica e contribuiscono alla costruzione di una società della conoscenza”.

Considerando queste mete principali di una educazione e di un curricolo plurilingue e interculturale riprese in alcuni passaggi anche nelle Indicazioni nazionali per il curricolo, crediamo che nel nostro percorso annuale di formazione linguistica per gli alunni non italofoni, presenti all’interno del gruppo-classe, possano essere messi in rilievo i seguenti obiettivi:

1. una formazione plurilinguistica e interculturale come forma e condizione dello sviluppo della persona;
2. l’acquisizione delle competenze linguistiche, componente essenziale e necessaria alla vita sociale;
3. il possesso della lingua di scolarizzazione con attenzione alla lingua e ai generi di discorso legati alle pratiche sociali, ma anche alle discipline necessarie per avere successo nell’apprendimento a scuola;
4. la percezione del potenziale creativo di ogni lingua;
5. la valorizzazione, espansione e conservazione del repertorio linguistico di ciascun alunno, con la considerazione quindi del bagaglio linguistico degli alunni stranieri come una preziosa risorsa identitaria e culturale da promuovere nello sviluppo del loro progetto di vita.

Rispetto a un percorso di educazione interculturale – rivolto a tutti gli alunni della classe e della scuola – cercheremo di stimolare il singolo e il gruppo a:

1. superare il pregiudizio per imparare con e dagli altri;
2. interpretare e valorizzare la propria e le altre culture per riconoscere e comprendere le differenze, ma anche ricercare insieme elementi di somiglianza;
3. partecipare e collaborare all’interno di attività per realizzare progetti condivisi con valori e principi comuni alla base.

Questi obiettivi vedranno ovviamente un focus significativo a livello linguistico rispetto agli alunni non italofoni presenti nella classe, ma vogliamo considerarli come un impegno educativo-didattico a vantaggio di tutto il gruppo-classe rispetto a un’importante e necessaria diversificazione di approcci, strumenti e strategie per creare un curricolo plurilingue e interculturale e un progetto di scuola capace di rispondere in modo concreto ai diversi bisogni e caratteristiche di ogni bambino nell’eterogeneità – personale, linguistica e culturale – presente da sempre in ogni comunità.

La diversità, da tratto di contesto del gruppo, potrà infatti divenire un mezzo per attivare un’organizzazione flessibile della conduzione didattica da parte dell’insegnante grazie all’utilizzo di:

- un approccio nozionale-funzionale per l’apprendimento delle lingue;
- un approccio narrativo, ludico e ludomatetico;
- TPR e la valorizzazione dei linguaggi non verbali;
- approcci quali il cooperative learning e forme diversificate di tutoraggio (peer tutoring);
- mediatori didattici diversi (attivo, iconico, simbolico, analogico, multimediale...);
- strategie di facilitazione dell’apprendimento;
- raggruppamenti diversi (lavoro individuale, in coppia, in piccolo, in grande gruppo, plenaria, gruppi su compito, gruppi per interesse ecc.);
- ambienti di apprendimento diversi (classe, laboratorio, angolo attrezzato, spazi aperti, luoghi della scuola, altri luoghi del sociale ecc.);
- differenziazione di tempi;
- differenziazione delle proposte e dei compiti.

In questo senso potrà essere interessante osservare e verificare che una stessa proposta potrà condurre a esiti formativi diversi a seconda dell’approccio, mediatore, raggruppamento, tempi e ambiente adottati. Ovviamente la didattica flessibile richiede un maggiore impegno nella fase di progettazione, aspetto che risulta però un investimento a lungo termine a fronte di graduali, ma percepibili e significativi miglioramenti nell’apprendimento di tutti e di ciascuno e rispetto all’autonomia e responsabilizzazione del proprio apprendere e apprendere ad apprendere.

Monica Oppici


***



Da SIM 1, settembre 2013, pp. 12-13.






1

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.