news

HOME > NEWS

366
  15  Secondaria 2° grado - News mondo scuola  

Fenomenologia dello sciopero studentesco

01/01/2012 (FACOLTATIVA)

Le variabili che caratterizzano qualunque sciopero dal lavoro sono di regola tre: il danno che il lavoratore, scioperando, procura a se stesso (mancata retribuzione); il danno che lo sciopero procura al datore di lavoro (mancata produzione di bene o servizio); l'obiettivo che, attraverso lo sciopero ci si propone di conseguire (aumenti retributivi, estensione delle guarentigie contrattuali, ecc.) Queste tre variabili si muovono in un rapporto interattivo, compensativo tra di esse per cui: ad una scarsa rilevanza del danno inflitto al datore di lavoro può soccorrere una forte motivazione sull'obiettivo da raggiungere o, per altro verso, una scarsa consistenza del fine può venire compensata da una minima perdita retributiva del lavoratore. Ora, a spostare l'attenzione sullo sciopero degli studenti, il primo dato che si fa prepotentemente avanti è il "grado zero" del danno che lo sciopero procura alla controparte governativa in quanto non c'è nessun bene né servizio prodotti dallo studente che non siano rivolti - attraverso l'attenzione e lo studio - principalmente verso sè medesimo. Per quanto comprensibili e nobili siano, perciò, le motivazioni che spingono il corpo studentesco alla protesta, viene a mancare nella configurazione di un proprio sciopero il mezzo principale di pressione sulla controparte. Osserva Paolo, uno studente di Treviso, fresco reduce da una manifestazione nella sua città, in un articolo in cui non manca di mettere diligentemente in fila tutti i motivi che giustificano l'indignazione per le gravi e perduranti inefficienze della scuola italiana: "Il fatto è molto semplice; per quanto si manifesti, ogni anno, nello stesso periodo (ottobre/novembre), mai nulla cambia, la politica è sorda (frase ormai diventata cliché), quindi, a che serve?" (Oggi Treviso, "Sciopero studentesco, ha ancora senso?", 18 ottobre 2013) Eppure se, nonostante ciò, gli scioperi studenteschi vengono ugualmente, puntualmente proclamati e accompagnati, di norma, da un gran successo di partecipazione, il "principio compensativo" sopra descritto non può che far lampeggiare la luce rossa di un dato: una scarsa percezione del danno conseguente alla perdita delle lezioni da parte degli studenti. Tanto scarsa da far sorgere in molti il sospetto che quel disertare le lezioni, ben al contrario che un danno, rappresenti una gioiosa opportunità. Il mezzo che giustifica il fine: ogni sorta di fine, a detta dei più malevoli.
"A Ferrara una cosa del genere non succedeva da almeno 10 anni" esulta al megafono Irina nel corso di una riuscitissimo sciopero studentesco. Ma, subito sotto, nello spazio dedicato ai post, un sarcastico "Orso" (forse uno stesso studente) così commenta: "Sarei stato curioso di vedere l'affluenza se fosse stata fatta alle 16". Commento "molto apprezzato", chiosa la Redazione del giornale (Estense.com: "Mille studenti in piazza contro la riforma della scuola", 8 novembre 2012)


Nicola Casaburi






1

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.