news

HOME > NEWS

355
  12  Secondaria 1° grado - Approfondimenti  

FOCUS - Scuola media (SS1) cinquant'anni dopo

01/01/2012 (FACOLTATIVA)



La scuola media fu introdotta nel dicembre del 1962. Cominciò a funzionare nel 1963, quando furono pronti anche i programmi di insegnamento. Che abbia avuto un grandissimo significato democratico è fuori di dubbio. Lo si è più volte e giustamente sottolineato. Per la prima volta, la Repubblica si impegnava a rendere effettivo il diritto-dovere di tutti i preadolescenti italiani, dalle Alpi ella Sicilia, ad incontrare la scuola.

A cinquant’anni di distanza, tuttavia, la scuola media mostra tutti i problemi che, allora e purtroppo anche dopo, sono stati lasciati irrisolti.

Il primo è il suo rapporto con la scuola precedente. Non è un caso che un vero e proprio crollo degli apprendimenti degli studenti si registri tra la quarta classe della scuola primaria e la prima classe della media. Si doveva infatti impostare un percorso didattico e organizzativo che fosse unitario, graduale e continuo tra le due scuole. Invece, non è accaduto. E gli istituti comprensivi attuali, pur accostando scuola primaria e scuola media sul piano amministrativo, logistico e ordinamentale, non possono affatto fonderle su quello didattico-organizzativo.

Il secondo nodo è l’impianto tradizionalmente disciplinare del piano degli studi. Ancora e sempre discipline separate, ore separate, docenti separati, classi separate, e tutte allo stesso modo in tutta Italia. Nel 1977, a dire il vero, furono introdotte le cosiddette 160 ore. Quasi sei settimane di scuola nelle quali non si doveva più ragionare per paradigma organizzativo fordista separativo, ma al contrario integrativo e unitario. Centrarsi su problemi, compiti, progetti, prodotti unitari che, per forza di cose, implicavano attività interdisciplinari; non più classi, ma gruppi di livello, di compito ed elettivi; non più docenti separati, ma vere e proprie équipe con funzioni di coordinamento e di tutorato; non più docenti con rigido orario di servizio settimanale ma, appunto, con ampie flessibilità annuali. Non è accaduto nulla di questo. Sempre le solite rigidità burocratiche e sindacali.

Il terzo nodo è stato un malinteso modo di differenziarsi dalla vecchia scuola elementare e dal vecchio avviamento professionale. Per anni è sembrato che lavoro, attività pratiche, compiti sociali concreti fossero il contrario dell’elevazione culturale e pure spirituale a cui doveva indirizzarsi la scuola media. Da qui, tuttavia, uno spostamento verso lo «scolasticismo» astratto. Merito è diventato soltanto esseri bravi nello studio formale. Non nel ricavare riflessività critica e sistematicità culturale da quei veri e propri giacimenti simbolici, oltre che tecnico-scientifici, costituiti dai processi di lavoro, dall’organizzazione sociale, dalla risoluzione di problemi concreti, dalle dinamiche degli scambi reali tra territorio, società e scuola. Fino al punto da persuadere anche chi avrebbe potuto essere molto meritevole in queste strategie di processo e di contenuto a pensarsi immeritevole ed inadatto agli studi.






1

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.