news

HOME > NEWS

162
24/06/2013   41  Press Area  

Essere persone : il nuovo libro di Robert Spaemann

01/01/2012 (FACOLTATIVA)

“La domanda su chi noi veramente siamo è destinata ad accompagnarci, nel corso della nostra esistenza, che lo vogliamo o no. Non può essere rimossa”. Ed è proprio questo l’interrogativo che si legge in filigrana nelle pagine del  libro “Essere persone”  una lunga intervista a Robert Spaemann realizzata da Giulio Brotti appena pubblicata dall’Editrice La Scuola.  Intellettuale “conservatore”  secondo alcuni, “ecologista” (o addirittura der letzte Grüne,”l’ultimo dei Verdi”) per altri,  Spaemann è unanimemente considerato uno dei più autorevoli filosofi cattolici contemporanei (benché egli abbia delle riserve anche su questa terza qualifica:”Io sono cattolico – afferma – ma, facendo filosofia, mi sforzo di attenermi ad argomentazioni razionali, condivisibili da chiunque”). Nato a Berlino nel 1927, docente emerito dell’Università di Monaco di Baviera e membro dell’Accademia Cinese delle Scienze Sociali, amico di Joseph Ratzinger, Spaemann approfondisce  nel nuovo volume  diversi aspetti del suo percorso umano e intellettuale. Così, rispondendo alle domande dell’intervistatore, egli si sofferma – per esempio – sulla nozione di “persona umana”, asse portante della cultura occidentale. Contestando un approccio materialista che vorrebbe ridurre i nostri pensieri e comportamenti al funzionamento del sistema nervoso centrale, il filosofo tedesco descrive qui  le prerogative della persona, in quanto “essere capace di auto trascendersi”, chiamato, nella relazione con gli altri, a “portare a compimento la propria natura”. A partire dalla questione antropologica, il discorso si porta su altri temi di capitale importanza, anche per le loro implicazioni a livello politico e sociale: dalle proprietà degli organismi viventi al rispetto dovuto agli animali; dai rischi connessi all’impiego dell’energia nucleare alla possibilità di fondare razionalmente le norme della convivenza civile “secondo giustizia”; dal rapporto tra la filosofia e la teologia cristiana al desiderio  di una “vita buona”, come principio regolativo dell’agire etico.  Particolarmente interessanti  anche,  le pagine in cui Spaemann parla della sua vita, sin dalla  giovinezza . Ricordando ad esempio il rifiuto dell’ideologia nazista, che lo portò, diciassettenne, a sottrarsi al servizio militare sotto il III Reich,  consapevole  dei rischi che una decisione del genere comportava, ma pure delle motivazioni che la sostenevano. “Il nazismo” –  spiega – “concepiva se stesso come una religione. In questo senso, esso guardava alla fede cristiana come a una rivale”. Nel volume si evidenzia anche il suo  rapporto con altri filosofi tedeschi  (Joachim Ritter, Carl Schmitt, Martin Heidegger, Hans-Georg Gadamer, Hermann Lübbe, Odo Marquard,  Jürgen Habermas) e , oltre a quelli già ricordati, vengono sviluppati temi assai diversi: dall’inseparabilità di eros e agape nell’esperienza umana al significato della speranza e del perdono; dai nuovi argomenti a favore dell’esistenza di Dio alla tolleranza e libertà di religione secondo il magistero cattolico, all’interpretazione della Bibbia e degli enunciati di fede . Sino al concetto di rivelazione che “ha senso solo se ciò che viene rivelato – o Colui che si rivela – in un primo tempo rimaneva nascosto”, o quello di “provvidenza divina “:  “oggetto della fede, non di un sapere evidente”.  Afferma Spaemann dialogando con Brotti: “Solo in rare occasioni balugina nella nostra vita una trama di senso (Sinnzusammenhang), che normalmente non scorgiamo; e i molti perché?  che un uomo formula ottengono poche risposte, come poche erano le risposte che ricevette Giobbe”.






1

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.